Origini

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail

ORIGINI E STORIA DI SAN GIOVANNI ROTONDO

San Giovanni Rotondo è un comune italiano di 27.269 abitanti della provincia di Foggia in Puglia, famoso al mondo per ospitare le spoglie di san Pio da Pietrelcina, frate cappuccino vissuto a lungo nella cittadina. 

Il comune fa parte del Parco Nazionale del Gargano e della Comunità Montana del Gargano.

Geografia fisica

Il territorio comunale confina a nord e ad ovest con San Marco in Lamis, ad est con Monte Sant'Angelo e a sud con Manfredonia e Foggia; esso è il 62º comune in Italia per estensione territoriale e va dalle pendici del Gargano, fino alla pianura del Tavoliere. Il dislivello altimetrico oscilla da 1065 m a 8,5 m.

Clima

Il clima di San Giovanni Rotondo, è caratterizzato da inverni freddi e da estati abbastanza calde. La temperatura media annua è di 13,6 °C. Nei mesi più freddi, gennaio e febbraio, sono frequenti le nevicate; l'accumulo di neve annuo è di 35-30 cm, mentre la piovosità totale annua è in media di 772 mm. Il comune è esposto prevalentemente a venti settentrionali. Le nebbie non sono abituali, ma a volte sono intense.

Flora

Orchidea

La flora presente sul territorio è di grande interesse paesaggistico e scientifico. Gli arbusti più presenti sono: il perastro, l'olivastro, l'euforbia, il lentisco, il terebinto, ecc. Inoltre sono presenti 40 specie diverse di orchidee, alcune delle quali sono protette dall'Unione Europea. I boschi sono composti da: faggi, lecci, cerri e roverelle. In oltre in alcune zone a ridosso del centro abitato, ci sono stati dei rimboscamenti artificiali, e quindi si possono trovare specie non autoctone, come il pino d'Aleppo, il pino domestico, il pino nero, il cipresso, e il cedro.

Fauna

La fauna è molto vasta. La specie più diffusa sono gli uccelli, in particolare: il picchio verde, il picchio rosso, il torcicollo, la poiana, lo sparviere, l'upupa, il gufo, il frosone ecc. Fra i mammiferi, le specie più diffuse su tutto il territorio sono: la volpe, la faina, il riccio e la donnola. Nei boschi sono presenti: il tasso, la lepre, la puzzola, il topo selvatico e diverse specie di pipistrelli. Nella zona umida di Sant'Egidio, sono presenti: il tritone crestato, il tritone italico, la raganella, il rospo comune e il rospo smeraldino. Tra i serpenti, quasi tutti innocui, ci sono: il cervone, il biacco, il saettone, la coronella e la vipera.

Storia

 San Giovanni Rotondo visto dalla Contrada Ornale al crepuscolo

La città di San Giovanni Rotondo fu fondata nel 1095 sulle rovine di un preesistente villaggio del IV secolo a.C.; di questo borgo restano dei segni visibili, come alcune tombe ed un battistero circolare (l'epiteto "Rotondo" deriva proprio da questo) che anticamente era destinato al culto di Giano, Dio bifronte, e in seguito fu consacrato a San Giovanni Battista. Durante il basso Medioevo ha sempre ricoperto incarichi importanti nell'organizzazione economica del Meridione; sotto il Regno delle Due Sicilie ad esempio, ha ricoperto l'incarico di stabilire i prezzi della mercanzia commercializzata nel regno.

Della storia di San Giovanni Rotondo è interessante ricordare una vicenda che ha caratterizzato il Risorgimento di questo paese in cui 24 patrioti sono stati assassinati per mano dei loro stessi concittadini aizzati dai Borboni (ottobre 1860).

Il 14 ottobre 1920 San Giovanni Rotondo fu teatro di un grave fatto di sangue. Era il giorno dell'insediamento in municipio dei socialisti che avevano vinto contro una coalizione popolare-fascista, denominata Arditi di Cristo (1069 voti contro 850) e per paura di sommosse furono fatti confluire in paese 40 carabinieri e 82 soldati. La forte tensione nacque a causa della volontà di esporre la bandiera rossa dal balcone del municipio cui si contrapposero fascisti e popolari. Si svilupparono degli scontri e le forze armate fecero fuoco, dopo l'uccisione del carabiniere Vito Imbriani, ed il bilancio finale fu di 14 morti.[2]

Qui dal 4 settembre 1916 al 23 settembre 1968 visse e morì padre Pio da Pietrelcina.

 

Chi siamo

Tel. 0882-413126
  329-5654515  338-8832111

ritrovato.costanzo@libero.it

OFFERTE E PROMOZIONI

 

 

 

FORMULA APPARTAMENTO

Prezzo a notte.

Min. 75,00 €

Max. 120,00 €

Extra per persona a giorno.

5,00 €